Ciclostile
Architettura

Mark




Progetti
        Small
        Medium
        Large
        Extra Large
Studio
Cantiere
XY
Contatti 
Mark


Ex Alfa Wassermann



La rigenerazione urbana rappresenta l’opportunità per riattivare e riconvertire edifici ed aree in disuso con un approccio multifunzionale, attraverso interventi capaci di integrare le politiche di governo del territorio con il miglioramento della qualità ambientale, il contrasto all’esclusione sociale, lo sviluppo e la cura della carriera abitativa.

localizzazione: Sasso Marconi (Bo)
cliente: Città Metropolitana Bologna
tipologia: masterplan strategico
dimensione: 150.000 mq
consulenti: Area Proxima srl, Paris Render
programma: completato 2021


Il processo di rigenerazione dell’area industriale dismessa Alfa Wassermann promuove un esempio di qualità dell’abitare e del vivere il territorio non inteso nell’accezione restrittiva di pura residenzialità, ma in quella inclusiva ed estensiva di sistema integrato e condiviso di azioni finalizzate allo stare in un luogo, con l’ambizione di inquadrare il progetto in una compiuta dimensione metropolitana, valorizzando chiaramente la qualità delle aree e la loro capacita di riverberare un effetto virtuoso sull’intero territorio. Viene quindi restituita la scala di interventi capaci a fare coesistere la dimensione locale e quella interregionale, attraverso la realizzazione di un circuito di opportunità attivate secondo modalità e tempi differenti, promuovendo un concetto innovativo di abitare condiviso con un alto grado di integrazione sociale, intergenerazionale e funzionale.
Lo smembramento dei corpi edilizi consente la definizione di un articolato e innovativo sistema di servizi alla persona a vantaggio della residenza, estremizzando il concetto di condivisione. Spetta infatti alla declinazione delle specificità del contesto insediativo di stabilire una chiara gerarchia di rapporti tra le parti e il tutto, intensificando l’uso dello spazio e la transitorietà della carriera abitativa attraverso l’integrazione e la complementarietà dei flussi d’uso nell’arco del tempo e delle stagioni. Si disarticolano le tipologie convenzionali ibridando le reciproche parti comuni per aumentare il grado di occupancy, evolvendo il concetto proposto nella tipologia convenzionale di cohousing sino a svilupparlo in un'idea di community housing che esce dall'ambito locale per aprirsi a quello territoriale condividendo non solo i servizi ma anche lo spazio privato.

sistema blu


sistema verde

rete infrastrutture

mobilità leggera

dotazioni territoriali e commercio


servizi culturali e ricreativi




sezione / masterplan


abitare innovativo
© 2009 - 2021
Ciclostile Architettura s.r.l.
Mark