Ciclostile
Architettura

Mark




Progetti
        Small
        Medium
        Large
        Extra Large
Studio
Cantiere
Contatti 
Mark


Casa Azzoguidi



Situata nel cuore del centro storico bolognese, la via Cavaliera oggi Oberdan, corrisponde ad uno dei cardi minori della città di Bologna e Casa Azzoguidi collocata su via Albari, oggi San Nicolò, costituisce uno dei rari esempi di casa medioevale trecentesca, in quanto connotata dal caratteristico portico sostenuto da stilate lignee.

localizzazione: Bologna
cliente: Hotel Corona d’Oro
tipologia: recupero
dimensione: 350 mq
consulenti: Ing. Federico Sazzini, Michele Mignani, Per. Ind. Danilo Cerasi, Per.Ind. Tiziano Cavazzuti, 2L Service progetto Silenzio, Studio Amadio
programma: completato 2021
fotografie: Fabio Mantovani



Il progetto prevede il recupero del piano terra ed interrato della Casa Azzoguidi e la riconversione dei suoi spazi a ristorante. La funzione non è nuova per questi ambienti come testimoniano i ricchi stucchi in stile floreale nel salone principale.  Le ricerche condotte sulla struttura hanno infatti evidenziato una stratigrafia impressionante che va dal medioevo ad oggi e rivela tutta la ricchezza di storie ed avvenimenti che si sono succeduti nell'edificio.

Le necessità della committenza sono tradotte nella reinterpretazione e nel recupero degli spazi attraverso un progetto delicato che si inserisce con rispetto nel contesto. L'innovazione e la reinterpretazione si ritrovano nei dettagli e nelle finiture, che conferiscono agli ambienti la ricercatezza che meritano.
Si è scelto di lavorare sulla base di inizio Novecento, scenografia perfetta per un locale adibito alla ristorazione ed allo svago, recuperando gli stucchi e lavorando con materiali quali acciaio e vetro. Il pavimento è un terrazzo alla veneziana con inserti di tessere di forma irregolare in marmo verde alpi, lo stesso utilizzato per gli arredi, che richiama una tecnica del tempo e strizza l'occhio all'architetto Carlo Scarpa che nella vicina via Altabella ha realizzato una sua opera.

La distribuzione degli spazi segue le caratteristiche intrinseche dell'esistente: si entra al ristorante sotto il portico ligneo direttamente nella sala principale che ospita una zona ristorante ed un'area bar, mentre i locali di servizio, cucina, bagni e guardaroba, sono localizzati negli spazi retrostanti dai quali si accede alle scale che conducono al piano interrato, caratterizzato da volte a crociera in mattoni, dove trovano spazio una cantina per i clienti ed i locali di servizio quali magazzino, spogliatoio e servizi per il personale.















© 2009 - 2022
Ciclostile Architettura s.r.l.
Mark