Progetti  |  Studio  |  Glossario  |  Cantiere  |  Contatti

Ciclostile Architettura









La morfologia del lotto di progetto, di forma stretta e allungata, e il regolamento urbano rappresentano il vincolo maggiore alla progettazione. Siamo partiti da questa considerazione per elaborare un concept che trasforma questi vincoli in soluzioni progettuali caratterizzando i volumi dell’edificato e disegnando gli spazi di relazione. I due volumi così ottenuti si relazionano in maniera chiara e definita col contesto, minimizzando le criticità e ottimizzando esposizione solare e introspezione. La forma di questi due edifici consente inoltre di contenere i costi e ottimizzare il consumo energetico perché rappresenta un buon rapporto tra volume interno e facciate esterne. La corte interna è il vero cuore pulsante dell’edificio, la tensione dialettica che si crea con la “scorza dura” concorre all’equilibrio architettonico del complesso tra le sue varie parti e del complesso nella sua relazione con l’esterno.

L’obiettivo del concorso è proporre una soluzione per alloggi temporanei destinati a giovani che si apprestano ad entrare nel mondo del lavoro. I residenti (uomini e donne tra i 18 e 25 anni) saranno impegnati all’interno di un progetto professionale e inseriti in un percorso che li condurrà verso un’autonomia economica e sociale completa. I giovani abitanti saranno in grado di gestire il proprio alloggio (la camera) e di integrarsi in modo responsabile nella gestione collettiva e autonoma di una residenza condivisa a scala “familiare”.
La residenza FTJ di Rue de Lorraine va concepita come una residenza condivisa, ovvero come una tipologia intermedia tra una completamente collettiva e l’alloggio isolato.

Essa andrà organizzata come un insieme coerente ed integrato:
1. di più unità di vita autonome. Ciascuna unità di vita sarà costituita da alcune camere (da 3 a 5) e da uno spazio condiviso (sala da pranzo comune, luogo di svago, cucina, dispensa) dove si organizza la vita quotidiana del residente in un piccolo contesto collettivo di scala familiare.
11. di spazi comuni all’intera residenza che funzionano da supporto alla vita sociale dei residenti e alla condivisione delle dotazioni. Essi risponderanno ai bisogni d’organizzazione e animazione (sala polivalente, ufficio d’accoglienza) e di condivisione degli spazi funzionali e tecnici (lavanderia, deposito….).





︎ ︎


Ciclostile Architettura srl
Via delle Moline, 4
40126 Bologna, Italia.
P.I. / C.F. 03162981207
R.E.A. BO 497381
C.S. € 10.000,00 i.v. 
Copyright © 2009-2018
Ciclostile Architettura srl
Tutti i diritti riservati.
Mark